“KHIAL” Oltre la cognizione del reale

 

cerchio2gif

Mostra personale di Sima Shafti

Inaugurazione Martedì 3 Maggio 2016 alle 18.30 sino al 4 Giugno

Galleria d’Arte CLOISTER

Corso Porta Reno, 45, Ferrara (FE)

Orario: 9.00 – 19.30 ( domenica 15.30 – 19.30)

http://www.cloister.biz

Seguire la ricerca di Sima Shafti è compiere un viaggio meraviglioso. Sempre. Da un lato c’è la sua pittura, perchè la nostra artista ama le tecniche dei pigmenti, dei medium e delle polveri, dall’altro la scoperta di un mondo immaginale che si fa mediazione tra forme intellegibili e forme sensibili che a quelle rimandano. Non ci sono volumi prospettici, secondo quella che Leon Battista Alberti chiamava la “costruzione legittima”. Si sono come volatizzati nel suo gioco della materia pittorica. Non c’è modo allora di trattenere i suoi quadri nel mondo “reale”, di fermare lo sguardo “nel” reale perché la sua pittura è un bellissimo percorso mentale, la meta di un viaggio interiore. Sima intitola questa sua ricerca KHIAL. È una parola persiana che ha un campo semantico molto esteso. Può significare illusione, allucinazione, riflessione ma anche pensiero, immaginazione. Per Sima diventa un modo per dare un nome ad un processo cognitivo, il suo percorso cognitivo al meraviglioso. È questa, infatti, la sensazione che il visitatore prova nel vedere le sue opere. Un mondo di pensieri, di sogni, di volizioni si fanno colore, paradigmi di forme, evocazioni archetipiche. L’artista dialoga con queste presenze che popolano la profondità della nostra psiche per conoscere meglio il mito che noi tutti mettiamo sulla scena della vita, momento dopo momento, giorno dopo giorno.
Gianni Cerioli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *